Il sogno dei lupi si infrange contro la corazzata Bills

Il sogno dei lupi si infrange contro la corazzata Bills

I Wolfpack si sono battuti con orgoglio, ma sono stati sopraffatti. Sabato 28 maggio è stata la giornata più dura di un bel campionato per il “Branco” di Luciano Conte.
Sbarcati a Cavallermaggiore (Cuneo) per giocare gli ottavi di finale, gli spezzini del Wolfpack American Football Team erano decisi a farsi valere: avevano il coraggio di chi non ha nulla da perdere, la voglia di combattere una delle squadre più forti di tutto il campionato, la determinazione di superare ancora una volta le aspettative proprie e di tutti gli altri, scalando la classifica della divisione Nord del Campionato Italiano di Football a Nove.
La fama dei Bills di Cavallermaggiore non era sconosciuta, i lupi non li sottovalutavano di certo, ma erano arrivati privi del timore reverenziale che si deve alla squadra che sta ancora adesso dominando il campionato, sicuri di giocare contro uomini come loro.
La moneta viene dunque lanciata, il kick-off assegnato alla squadra di casa ed alle 20:00 comincia la battaglia. I Wolfpack ricevono realizzando un buon ritorno di palla; da qui comincia uno spavaldo e sicuro attacco degli spezzini: in due minuti di gioco la formazione offensiva macina terreno ad ogni azione, ogni tentativo viene chiuso da una corsa positiva di Manfredi e nel giro di quattro tentativi gli spezzini segnano impeccabilmente un touch-down contro i Bills, che restano attoniti e sorpresi dall'efficacia dell'attacco; una trasformazione da 1 extra-point porta i Wolfpack in vantaggio per 0-7.
I Bills reagiscono prontamente: si scontrano con la difesa spezzina che, nonostante un sack sul quarter back, non riesce ad evitare una meta del Cavallermaggiore su una ricezione di Paolo Testa, la trasformazione da 2 punti porta i “bufali” in vantaggio di 1 punto; nonostante questo, l'attacco spezzino si raccoglie in huddle e non si lascia intimidire: è di nuovo ora di segnare.
Con una serie di corse efficaci si risale lentamente il campo e finalmente arriva l'agognata seconda meta che dimostra ai padroni di casa che i lupi non sono disposti a cedere tanto facilmente, trasformazione negativa ed il punteggio si aggiorna su 8-13.
Purtroppo, avviene l'imponderabile: sul kick-off successivo alla segnatura, i Bills ricevono palla ed il corridore non viene fermato, la palla viene riportata direttamente in touch-down (Botta), la trasformazione con lancio da 2 punti riporta i Bills in vantaggio, 16-13.
Per tutto il secondo quarto di gioco si assiste ad una fase di studio delle due squadre, che gradualmente risalgono il campo yard dopo yard, come in trincea, ma le due squadre sembrano equivalersi e nessuna delle due segna, fino a che un altro touch-down con trasformazione da 2 punti per i Bills manda in crisi la formazione di La Spezia, 24-13.
Gli spezzini se la vedono brutta dopo la pausa nel terzo quarto: un altro kick-off viene ritornato in end-zone da Botta con una corsa implacabile e da qui in poi la difesa dei Wolfpack accusa sempre di più l'attacco dei Bills, che sorprende con l'alternanza di passaggi lunghi e precisi ad alcuni più traballanti ma sempre ricevuti, insieme alle corse prefette di Petrone, il punteggio tocca il 47-13 alla fine del terzo quarto, con l'attacco giallo-nero che non riesce più a sfondare la difesa dei bufali.
L'ultimo quarto porterà un'ultima segnatura per i Bills contro i lupi che cercano di arginare il più possibile gli esperti avversari: punteggio finale: 53-13 e fine dell'avventura dei Wolfpack per il terzo campionato dalla loro fondazione.
“L'obiettivo che ci eravamo posti l'anno scorso è stato raggiunto ampiamente” - dice il coach Luciano Conte - “il terzo anno, volevamo arrivare ai play-off e ce l'abbiamo fatta.”
Resta la consapevolezza, per i ragazzi di La Spezia, di aver giocato contro una delle più probabili candidate a vincere il torneo italiano, una squadra che ha vinto tutte le partite giocate, quasi tutte lasciando di volta in volta gli avversari a 0 punti e di aver giocato, seppur perdendo, a testa alta e mettendo in campo tutte le proprie forze ed il proprio cuore.
“Non cambierei nulla del nostro percorso, e se mi dicessero di scambiare il peggiore di voi per il migliore dei Bills, rifiuterei. Sono fiero di voi.” Dice il coach Luciano alla squadra commossa.
Lo scontro è stato il più corretto giocato in questo campionato dai Wolfpack, ed il rispetto della fortissima compagine di Cavallermaggiore è stato palpabile, mentre il pubblico e la squadra di casa hanno salutato gli spezzini che uscivano dal campo con un eloquente applauso.
C'è da sottolineare, comunque, che i Wolfpack si sono battuti contro una squadra fatta di vere stelle del Football italiano come giocatori del calibro di William Petrone, il running back della nazionale italiana.
Il campionato per il Branco finisce, ma le iniziative dei Wolfpack continuano: nella seconda settimana di giugno torneranno in trasferta per un'amichevole con i “cugini” Pirates di Savona, con cui ormai si è assodato un bel rapporto di amicizia e rispetto reciproco; inoltre in autunno partirà il campionato Under21 in cui molti ragazzi della nostra squadra si faranno valere, molte le giovani speranze: Manuel Alfonso, Samuele Guerra, Carlo Gozzani, Nicolò Chiappini, Francesco Cicala, Simone Cobianchi, Davide D'amato, Stefano Pappalardo, Maximo Restituyo, Leopoldo Tacchini, questa è la spina dorsale della giovanile di La Spezia che scenderà ancora una volta in campo a settembre.

Maurizio Maltese. Ufficio Stampa Wolfpack La Spezia.
 

NEXT MATCH CAST

Credit
Trasporti
Nuova Infarredi

Sito ottimizzato per Internet Explorer 7 o superiore.
Per una corretta visualizzazione
scarica l'ultima versione qui